Studio atelier Le Onde: tutte le novità

In questa locandina trovate tutte le novità riguardanti la mia attività… innanzitutto lo studio, che ora è uno studio di campagna, una cornice rilassante per il processo creativo.

E poi tante proposte per mamme e bimbi, dai laboratori sensoriali alle consulenze su maternage e allattamento…

Infine, la possibilità, per chi è lontano, di usufruire di consulenze on line!

Locandina Le onde 3 copia

 

L’esperienza del colore – Laboratorio Espressivo di Arte Terapia

Locandina COLORE copia

Partendo dalle risonanze psicofisiche soggettive suscitate dal colore, soffermandoci su sintonie e contrasti, mettendoci in gioco attraverso l’uso dei materiali artistici, giungeremo a portare alla luce il nostro personale vocabolario cromatico.

Programma:

Primo incontro – Lunedì 9 Febbraio ore 17.00 Calma e attivazione: esplorazione cromatica e integrazione

Secondo incontro- Lunedì 16 Febbraio ore 17.00 Mente e corpo: esplorazione cromatica e integrazione

Terzo incontro – Lunedì 23 Febbraio ore 17.00 Passato e presente: esplorazione cromatica e integrazione

Costi e prenotazioni: 

Il costo è di 15€ a incontro, inclusi i materiali artistici, pagabili volta per volta;

gli incontri, della durata di due ore circa ciascuno, andranno necessariamente prenotati in anticipo telefonando al 328-4117613 oppure scrivendo a flaminiamorescalchi@gmail.com.

E’ possibile pagare volta per volta la propria quota.

Obiettivi:

Questo ciclo di laboratori in tre incontri ha lo scopo di favorire un processo soggettivo di autoconoscenza supportato e stimolato dal gruppo e dall’uso dei materiali artistici combinato alle tecniche dell’arte terapia.

Non è necessario possedere tecniche o inclinazioni artistiche per poter partecipare a queste attività.

Il laboratorio non ha finalità terapeutiche ma può costituire un’occasione di avvicinamento e orientamento all’arte terapia e alla psicoterapia espressiva individuale.

Modalità di svolgimento:

e’ prevista una prima parte di tipo pratico, con l’utilizzo di materiali artistici e tecniche di arte terapie ed una seconda parte di condiisione verbale in gruppo. Per una agevole partecipazione si consiglia di indossare un abbigliamento comodo.

Si prega inoltre di essere puntuali per permettere al gruppo di stare nei tempi previsti.

Sede dei laboratori: Studio di Psicologia, Via Giuseppe Vismara 12, Viterbo (secondo piano).   Qui trovate il link della mappa: https://maps.google.it/maps?hl=it&q=via+vismara+12+viterbo&gbv=2&ie=UTF-8&output=classic&dg=brw.

Info, contatti e iscrizioni: 328-4117613 oppure flaminiamorescalchi@gmail.com

Facebook: Flaminia Morescalchi Psicologa Psicoterapeuta

Facebook: Arte Terapia e Psicoterapia Espressiva

Nuova sede dello studio a Viterbo

Da Dicembre riceverò presso un nuovo studio a Viterbo, confortevole e facilmente raggiungibile dal centro e da fuori città, con ampia possibilità di parcheggio.

Il nuovo indirizzo è: VIA GIUSEPPE VISMARA, 12 – Viterbo.

Qui trovate il link della mappa: https://maps.google.it/maps?hl=it&q=via+vismara+12+viterbo&gbv=2&ie=UTF-8&output=classic&dg=brw.

Vi ricordo gli indirizzi degli altri studi presso cui ricevo:

TERNI: Via Cesare Battisti, 167/A

Lubriano (a 15 min. da ORVIETO e BOLSENA): Loc. Camporena, 13.

Laboratorio Espressivo sull’Autoritratto: Nuova Edizione a Orvieto

autoritr2E’ in programma dal 7 Ottobre un nuovo laboratorio espressivo sull’autoritratto: dopo la prima edizione a Viterbo, una seconda edizione rivista e ampliata presso l’Associazione Viva, a due passi dal Duomo di Orvieto.

Al termine dei quattro incontri previsti sarà possibile partecipare, per chi lo desideri, ad un gruppo espressivo con cadenza fissa per tutto l’anno. Seguite gli aggiornamenti prossimamente su questo blog. 

Ecco il programma, consultabile anche sul sito dell’associazione Viva:logoviva

Da sempre l’autoritratto costituisce un mezzo per dialogare con la propria identità.

In questo laboratorio di gruppo, basato su tecniche di Arte Terapia, i partecipanti si confronteranno in maniera guidata con la propria immagine utilizzando modalità non convenzionali di rappresentazione e interagendo con il gruppo.

L’obiettivo è infatti quello di giungere non tanto ad un realistico autoritratto quanto soprattutto ad una forma di auto-rappresentazione in cui si trovi un equilibrio fra il guardarsi e l’essere visti: un equilibrio dinamico, come l’identità di ciascuno di noi in continuo divenire. Un’esperienza, come spesso accade in Arte terapia, fra interno ed esterno, fra ricordi e presente, fantasie e sensazioni, attraverso il linguaggio estetico personale di ciascuno: un’ occasione d’incontro aperta a chi desidera accostarsi all’Arte Terapia come strumento di conoscenza di sè, a chi desidera approfondire queste discipline per scopi formativi, a chi prova curiosità.

Il laboratorio non ha finalità terapeutiche; può comunque costitituire un momento di incontro e sperimentazione per chi desidera intraprendere in un secondo momento un percorso terapeutico personale o per chi intenda approfondire in seguito l’esperienza dell’Arte Terapia in un gruppo stabile.

Nella prima parte di ogni incontro verranno utilizzati diversi materiali artistici e saranno proposte tecniche creative alla portata di tutti: per questo motivo non sono richieste competenze pregresse di tipo artistico o tecnico, è solo necessario il desiderio di mettersi in gioco.

Nella seconda parte di ogni incontro è previsto un momento di confronto/condivisione verbale di gruppo.

COSTI E CALENDARIOocchio2

Il laboratorio è rivolto ad adulti e prevede un itinerario di quattro incontri in cui verranno esplorati quattro diversi approcci possibili all’autoritratto.

Ognuno dei quattro incontri, della durata di due ore, è prenotabile singolarmente ed ha un costo di 15 €, comprensivo dei materiali artistici che verranno utilizzati.

I Non-Soci dell’Ass.cult.VIVA devono associarsi all’ass.cult.VIVA con un’unica VIVA tessera socio esterno di 3€ oppure possono diventare socio ordinario annuale con una tessera di 25€ ( non obbligatoria).

Primo incontro: Appunti di viaggio: frammenti, contaminazioni, intuizioni

martedi 7 ottobre 2014

18.00h – 20.00h oppure 9.30h-11.30h

Secondo incontro: Allo specchio: trasformazioni oltre il reale

martedi 14 ottobre 2014

18.00h – 20.00h oppure 9.30h-11.30h

Terzo incontro: Oltre la forma, verso il sentire: autoritratto astratto

martedi 21 ottobre 2014

18.00h – 20.00h oppure 9.30h-11.30h

Quarto incontro: Dentro/fuori: un’esperienza da condividere

martedi 28 ottobre 2014

18.00h – 20.00h oppure 9.30h-11.30h

CONTATTI E ISCRIZIONE

Il Laboratorio si terrà presso il

Centro VIVA
VIVA Associazione culturale italo-tedesca
Via del duomo,49
05018 Orvieto

Minimo partecipanti 4; il laboratorio parte raggiunto il minimo dei partecipanti.

E’ necessario prenotarsi telefonicamente o via e mail ai seguenti contatti:

Flaminia Morescalchi Tel. 328-4117613

flaminiamorescalchi@gmail.com

vivaorvieto@gmail.com

Psicoterapia Espressiva: oltre la terapia

Spesso dimentichiamo quanto nella pratica della psicoterapia espressiva sia importante l’aspetto di essere una terapia senza essere patologizzante. Essere accolti in un ambiente confortevole, dare la possibilità di usare colori, carte, colla, stoffe per esprimere il proprio vissuto e il proprio disagio permette alla persona di entrare in maniera morbida nel percorso terapeutico, rispettando i propri tempi, limiti e paure.

P1040442_2
Sappiamo bene quanto sia difficile per una persona approcciarsi per la prima volta all’idea di una terapia che riguardi il mondo psichico e quanto travagliata possa essere la decisione di contattare un professionista; la psicoterapia espressiva permette di andare oltre l’impatto con una terapia dal sapore medicalizzato per andare invece incontro ad un approccio più primordiale: come è stato ed è l’approccio al disagio psichico in molte culture differenti da quella occidentale attuale, la persona può superare le proprie problematiche rimettendosi in contatto con parti di sè attraverso esperienze in prima persona, con musiche, colori etc. Affrontando in prima persona il disagio il primo risultato è di riappropriassi della “parte malata”, che si tende spesso istintivamente ad escludere per difesa. Riprendere il dialogo con questa, fuori da schemi e parole precostituiti, è il primo passo verso uno stato di maggiore benessere.

L’uso delle immagini che si attiva in un nuovo percorso di psicoterapia espressiva in particolare può essere così sintetizzato:
– l’immagine può fornire un contesto alternativo di espressione rispetto alle parole, laddove queste siano difficili da trovare o raggiungere per la persona
– l’immagine può, al contrario, “mettere a tacere” le parole, laddove queste siano un elemento di saturazione: in questo caso l’immagine funziona come un sogno in una psicoterapia tradizionale, aiuta cioè ad andare oltre l’aspetto cosciente, pensato, razionalizzato per favorire l’accesso ad aree più primitive e vitali.
In entrambi i casi l’immagine costituisce uno strumento per giungere a nuove possibilità di elaborazione e insight e favorisce il ricostituirsi di un vocabolario personale in cui disagio e benessere possano essere reintegrati.

A proposito di corpo e arte.. – un video documentario

Un video-documentario di stampo divulgativo in cui si esplorano alcune delle possibili relazioni esistenti fra arte e corporeità nel corso del tempo: dall’antichità all’arte contemporanea, le arti di volta in volta hanno rispecchiato l’uso culturale del corpo.

Un dipinto di Lucian Freud

Un dipinto di Lucian Freud

 

Al di là dell’aspetto puramente artistico, può essere interessante riflettere su come il corpo sia la sede o, talvolta, la meta, tanto di vissuti interni di segno opposto quanto degli influssi del contesto culturale in cui esso si muove: ancora una volta psichico e culturale si incontrano, andandosi a specificare reciprocamente.

http://www.arte.rai.it/articoli/art-news-il-corpo-nellarte/19048/default.aspx

 

 

Viaggio nella corporeità – Laboratorio espressivo

Il corpo è la sede per tutti noi di esperienze, vissuti, ricordi, sensazioni tattili, cinestetiche, ferite, piaceri. Il corpo è ciò che di noi viene visto in maniera più diretta dall’esterno ma è anche quel luogo intimo strettamente in connessione al nostro mondo interno.

Il corpo è il primo luogo in cui si incontra l’Altro: pensiamo ad esempio al contatto madre-bambino. In adolescenza poi, incontra importanti trasformazioni e diventa il terreno di scoperta e messa alla prova dell’ identità di genere. Nell’età adulta si strutturano i suoi confini e molte altre vicissitudini lo toccano da vicino costantemente: il corpo si fa contenitore dei nostri vissuti ogni giorno, raccoglie le nostre tensioni o libera la nostra energia, si ammala, subsice trasformazioni ricercate o ineluttabili.

Senza contare il peso dato dalla società contemporanea al corpo : un corpo sempre più idealizzato come modello di perfezione e bellezza e allo stesso tempo sempre più scollegato dalla sfera delle emozioni.

In questo laboratorio i partecipanti si confronteranno in maniera guidata, tappa dopo tappa come in un viaggio, con la propria esperienza del corpo utilizzando modalità artistiche e interagendo con il gruppo al fine di giungere alla creazione di prodotti estetici che possano far luce e dar voce a questo primario, muto, aspetto della nostra esistenza.

Un viaggio dunque, come spesso accade in arte terapia, fra interno ed esterno attraverso il linguaggio estetico personale di ciascuno: un’occasione d’incontro aperta a chi desidera accostarsi all’arte terapia ed alla psicoterapia espressiva come forme di conoscenza di sè, a chi desidera conoscere queste discipline per scopi formativi, a chi prova curiosità sul tema della corporeità.

Il laboratorio non ha finalità terapeutiche; può comunque costitituire un momento di incontro e conoscenza per chi desidera intraprendere in un secondo momento un percorso terapeutico personale.

Chiunque può sperimentare le modalità artistiche che verranno proposte; è solo necessario il desiderio di mettersi in gioco!

Locandina corporeità

Programma degli incontri, a cura di Flaminia Morescalchi, Psicologa Psicoterapeuta Espressiva:

Primo incontro, mercoledì 11 Giugno, dalle 18 alle 20.00: Pelle: tatto, confine, contatto.  

Secondo incontro, mercoledì 18 Giugno, dalle 18 alle 20.00: Corpo come materia

 Terzo incontro, mercoledì 25 Giugno, dalle 18 alle 20.00: L’immagine del corpo tra rappresentazione e trasformazione  

Quarto incontro, mercoledì 2 Luglio, dalle 18 alle 20.00: Il corpo come contenitore

Gli incontri si terranno presso l’Atelier di Arte Terapia a Psicoterapia Espressiva di Via dei Mille 43 a Viterbo, a poche centinaia di metri da Piazza delle Erbe e da Porta Romana.

Per partecipare è necessario prenotarsi telefonando al 328-4117613 oppure scrivendo a flaminiamorescalchi@gmail.com

E’ possibile inoltre, per chi partecipa per la prima volta ai laboratori, fissare un colloquio introduttivo gratuito.  

Gli incontri, della durata di circa due ore ciascuno, sono prenotabili anche singolarmente; non sono richieste competenze artistiche o tecniche pregresse. E’ consigliato indossare abiti comodi. Il costo di ogni incontro è di 15 €, comprensivo dei materiali artistici che verranno utilizzati.

Al di là delle parole – “Treno di notte per Lisbona” P. Mercier

Citazione

Delle mille esperienze che facciamo, riusciamo a tradurne in parole al massimo una e anche questa solo per caso e senza l’accuratezza che meriterebbe. Fra tutte le esperienze mute si celano quelle che, a nostra insaputa, conferiscono alla nostra vita la sua forma, il suo colore e la sua melodia. Allorchè ci volgiamo, quali archeologi dell’anima, a questi tesori, scopriamo quanto sconcertanti essi siano.

informale

L’oggetto che prendiamo in esame si rifiuta di stare fermo, le parole scivolano via dal vissuto e alla fine sulla carta rimangono pure affermazioni contraddittorie. Per lungo tempo ho creduto che questa fosse una mancanza, una pecca, qualcosa che si dovesse superare. Oggi penso che le cose stiano diversamente: che il riconoscimento dello sconcerto sia la via regia pe giugere alla comprensione di quelle esperienze tanto familiari quanto enigmatiche. Tutto ciò può suonare strano, anzi singolare, lo so. Ma da quando vedo la faccenda in questo modo ho la sensazione di essere per la prima volta davvero vigile e vivo.

Tratto da Treno di notte per lisbona di Pascal Mercier, Mondadori, 2006, p.26.

Per grandi e piccoli: Toshiko Horiuchi MacAdam. Harmonic Motion / Rete dei draghi

Per tutto il 2014 sarà possibile visitare, o meglio fare un ‘esperienza, all’interno della “rete dei draghi- harmonic motion”, istallazione del giapponese Toshiko Horiuchi presso il Macro, a Roma.

L’installazione è composta da strutture morbide e tubolari, sospese, realizzate draghiuncinettoall’uncinetto, ed è concepita come un vero e proprio terreno di gioco per adulti e bambini, o, ancora meglio, adulti e bambini insieme. Un luogo dove rotolarsi, capovolgersi, scivolare, farsi cullare dalle reti in sospensione.

In alcune giornate vengono  proposti laboratori a tema dedicati alle famiglie. Più info su: http://www.museomacro.org/

Laboratorio Espressivo sull’Autoritratto

Da sempre l’autoritratto costituisce un mezzo per dialogare con la propria identità.

In questo laboratorio i partecipanti si confronteranno in maniera guidata con la propria immagine corporea ed interiore utilizzando tecniche non convenzionali di rappresentazione e interagendo con il gruppo; l’obiettivo è infatti quello di giungere  non tanto ad un realistico autoritratto quanto soprattutto ad una forma di autorappresentazione in cui si trovi un equilibrio fra il  guardarsi e l’essere visti dall’Altro: un equilibrio dinamico, come l’identità di ciascuno di noi in continuo divenire.

Un viaggio dunque fra interno ed esterno, fra corporeità e psiche attraverso il linguaggio estetico personale di ciascuno: un’ occasione d’incontro aperta a chi desidera accostarsi all’arte terapia e alla psicoterapia espressiva come forme di conoscenza di sè, a chi desidera conoscere queste discipline per scopi formativi, a chi prova curiosità.

Il laboratorio non ha finalità terapeutiche; può comunque costitituire un momento di incontro e conoscenza per chi desidera intraprendere in un secondo momento un percorso terapeutico personale.

Chiunque può sperimentare le modalità artistiche che verranno proposte; è solo necessario il desiderio di mettersi in gioco!

Locandina Flaminia

Programma degli incontri:

Primo incontro: merc. 12 febbraio 18.00-19.30 Appunti di viaggio: frammenti, contaminazioni, intuizioni.

Secondo incontro: merc. 19 febbraio 18.00-19.30 Allo specchio: trasformazioni oltre il reale

Terzo incontro: merc. 26 febbraio18.00-19.30 Io- l’Altro: quando due identità si incontrano .

Gli incontri, della durata di circa un’ora e mezzo ciascuno, sono prenotabili anche singolarmente; non sono richieste competenze artistiche o tecniche pregresse.

Il costo di ogni incontro è di 10 €, comprensivo dei materiali artistici che verranno utilizzati.

I laboratori avranno luogo presso l’Atelier di Arte Terapia di Via dei Mille 43 a Viterbo, a poche centinaia di metri da Piazza delle Erbe.

E’ necessario prenotarsi per partecipare telefonando al 328-4117613 oppure scrivendo a flaminia.m@tiscali.it